Atletica paralimpica, Grosseto: gli Azzurri pronti alla sfida del Grand Prix


Gli atleti italiani attesi allo Stadio Zecchini, con tante gare da seguire nelle tre giornate da venerdì 7 a domenica 9 giugno

Conto alla rovescia per gli Italian Open Championships, il meeting internazionale di Atletica paralimpica che quest’anno torna a Grosseto per tre giornate di gare, da venerdì 7 a domenica 9 giugno. Tra le ultime novità, cresce il numero di nazioni presenti: con le ultime iscrizioni sono salite a 40 per un evento che si preannuncia globale. La sesta tappa stagionale del circuito World Para Athletics Grand Prix sarà anche il primo momento di confronto per molti dei migliori azzurri, nella stagione che culminerà con i Mondiali autunnali di Dubai, dal 7 al 15 novembre. Allo Stadio Zecchini della città toscana andranno tutti in caccia di prestazioni di rilievo per raggiungere i minimi di qualificazione per Dubai e le Paralimpiadi di Tokyo con la concorrenza di circa 300 stranieri provenienti da ogni angolo del mondo.

Spicca il nome di Martina Caironi, sprinter e saltatrice in lungo T63 delle Fiamme Gialle, pluricampionessa mondiale e paralimpica. Alla fine di maggio ha già dimostrato di essere in buona condizione di forma atterrando a 4,80 nel lungo a L’Hospitalet, in Spagna, ad appena undici centimetri dal suo primato. Sulla pista di Grosseto si rinnoverà il duello con Monica Contrafatto (Paralimpico Difesa), bronzo paralimpico e argento mondiale, che quest’inverno per la prima volta ha battuto la Caironi a cui si è ispirata per iniziare la sua carriera sportiva, con il successo nei 60 metri alla rassegna tricolore indoor di Ancona.

Poi un’altra atleta simbolo della Nazionale, la pesista Assunta Legnante (Anthropos Civitanova). Nell’ultimo weekend ha esordito nel peso con 14,84 ai Societari assoluti di Rieti e avrà subito l’occasione di migliorare questo risultato, ma è iscritta anche nel disco F11. Sulle pedane paralimpiche ha ripreso il filo di una carriera di primo piano, culminata con il successo agli Europei indoor del 2007 e interrotta dopo la perdita della vista. Sempre nei lanci, ma al maschile, attenzione a Giuseppe Campoccio (Paralimpico Difesa), campione europeo del peso F33 nel 2018 a Berlino, che nella stagione invernale ha incrementato il record italiano del giavellotto ad Ancona con 24,93.

Da seguire gli azzurri che si sono già messi in evidenza nella prima parte di stagione. Per la corsa in carrozzina Diego Gastaldi (Sport No Limits), bronzo europeo degli 800 T53, che ha migliorato due volte nell’arco di pochi giorni il suo primato nazionale con 1:44.51 a Nottwil e 1:44.35 ad Arbon, sempre in Svizzera, per un progresso totale di un secondo e mezzo. Nel lungo l’intramontabile Roberto La Barbera (Pegaso), classe ’67, torna in pedana dopo l’exploit del 1° maggio a Donnas dove ha saltato un formidabile 7,20 con vento oltre la norma (+3.0).

Attesi molti dei protagonisti agli ultimi Europei a cominciare dal giovane Riccardo Bagaini (Sempione 82), vincitore di tre medaglie nella capitale tedesca: argento con la 4×100 maschile, bronzo nei 200 T47 e con la staffetta universale. Anche il velocista Simone Manigrasso (Fiamme Gialle) è salito tre volte sul podio della rassegna continentale, con i terzi posti individuali su 100 e 200 T64 oltre all’argento con il quartetto italiano di cui ha fatto parte Emanuele Di Marino (Fiamme Azzurre). Nel lungo è annunciata la campionessa mondiale T11 Arjola Dedaj (Fiamme Azzurre), che con Di Marino forma una coppia nella vita, rientrata dalla maternità nelle gare indoor con un incoraggiante 4,40. Tra gli iscritti non mancano altri bronzi europei come Marco Pentagoni (Dilettantistica Novara), terzo a Berlino nel lungo T63, e il compagno di club Farhan Hadafo Adawe (100 T52), insieme alle sprinter Carlotta Bertoli (Veneto Special Sport) e Oxana Corso (Fiamme Gialle) che hanno vinto il bronzo nella staffetta universale insieme a Bagaini e Gastaldi. Non sarà invece in azione Oney Tapia (Fiamme Azzurre) a causa di un infortunio.

Quattro le sessioni di gare previste: venerdì pomeriggio dalle ore 16.30 alle 21.00 circa, sabato mattina dalle ore 9.00 alle 12.15, sabato pomeriggio dalle 16.00 alle 20.00 e domenica mattina dalle 9.00 alle 12.00.

Gli Italian Open Championships presenteranno un ricco programma di eventi collaterali che coinvolgeranno non solo la zona dello stadio, ma l’intera città di Grosseto. Grazie alla stretta collaborazione con il Comune di Grosseto e la società Atletica Grosseto Banca Tema, è stata allestita la mostra fotografica “L’insuperabile è imperfetto” di Marco Mantovani, fotografo ufficiale FISPES che espone le immagini, in bianco e nero, nelle vetrine dei negozi del centro storico di Grosseto fino al termine della manifestazione. Da venerdì 7 giugno, prima giornata di gare, sarà aperto il Villaggio FISPES Oltremodoltre, che tra lo stadio Zecchini e il campo scuola Bruno Zauli ospiterà stand dedicati a vari settori merceologici. Ci sarà anche uno spazio dedicato alle attività ludico-motorie di bambini e ragazzi offerto da Decathlon Italia.
Lo stand FISPES metterà in esposizione, oltre al merchandising federale e modelli di carrozzina versatile e di RaceRunning, i disegni dei bambini dell’Istituto Comprensivo Grosseto 3 che hanno partecipato al concorso Atletica paralimpica, i miei campioni. #disegnami. Al Villaggio sarà anche presente una postazione di Rai Radio 1 e Rai Radio 1 Sport, media partner dell’evento, che trasmetterà in diretta le sue rubriche settimanali arricchite dalle storie degli atleti della Nazionale italiana e delle star internazionali.

Programma orario gare
https://www.fispes.it/3342-2/

Iscritti/Risultati live
http://www.fidalservizi.it/risultati/2019/Grosseto_2019/Index.htm

World Para Athletics Grand Prix 2019
https://www.paralympic.org/athletics/grand-prix-2019

Sintesi Categorie Funzionali
http://www.fispes.it/atletica/classificazioni-funzionali/