Atletica paralimpica: due ori, un argento e un bronzo alla seconda giornata degli EPYG


Ai Giochi Europei Paralimpici Giovanili di Lahti l’Italia dell’Atletica paralimpica raddoppia. Alla giornata conclusiva della disciplina, gli Azzurrini portano a casa altre quattro medaglie (due ori, un argento e un bronzo), per un totale di otto (quattro ori, tre argenti, un bronzo).
Dopo i quattro allori di ieri ottenuti nei 100 metri, oggi il bottino più grande arriva dal salto in lungo.
Niccolò Pirosu riesce a salire per la seconda volta sul podio, agguantando l’oro nel lungo T12 Under 20. L’atleta delle Fiamme Azzurre salta per ben due volte la misura vincente di 5,33, nuovo primato personale per un centimetro. Dietro si piazzano i due avversari cechi, Jan Novak (5,01) e Marek Kriz (4,83).
Nel lungo femminile T13 Under 17 le protagoniste sono Margherita Paciolla e Alice Maule che vincono rispettivamente l’argento ed il bronzo della specialità. La gara, molto combattuta, vede il dominio della finlandese Iida Lounela capace di imporsi con un salto da 4,46. Le due giovani Azzurre fanno fatica ai primi tentativi, ma trovano la battuta buona e i loro nuovi record personali nelle prove successive. Paciolla atterra a 4,32 al quinto tentativo e si va a prendere il secondo argento europeo dopo quello sui 100, mentre Maule conquista la sua prima medaglia internazionale con la misura di 4,17.

L’oro numero due della giornata porta la firma di Mario Bertolaso, già argento agli EPYG 2017 in Liguria. I suoi 400 T20 Under 20 parlano di un crono di 54.03, suo nuovo PB, che surclassa il francese Floria Lariviere (57.94).

Nelle gare che non assegnano medaglie, si distingue Lorenzo Marcantognini che nel lungo T63 Under 20 realizza una progressione incredibile di salti da 4 metri a 4,53, mentre Marianna Agostini, oro nei 100 ieri, si assesta su 4,09 per la categoria T12.
Nel disco F20 Under 20, Cristian Lella lancia a 24,58 e questa volta deve cedere la vittoria al portoghese Domingos Magalhaes (36,48) che era riuscito a battere nel peso. Chiara Masia termina la sua gara con la prestazione di 27,94.

Stefano Ciallella
, referente tecnico giovanile dell’Atletica paralimpica, dichiara: “Sono molto contento dei risultati e delle prestazioni di tutti. I ragazzi hanno dimostrato di essere in ottima condizione e il ringraziamento più grande va ai loro tecnici personali e alle società sportive che quotidianamente li seguono. Quasi tutti hanno realizzato i loro personali, anche questo segnale molto positivo che ci fa ben sperare per il prossimo appuntamento dei Mondiali giovanili di Nottwil ad agosto”.

Sabato 6 e domenica 7 luglio sono in programma i Campionati Italiani Paralimpici allo Stadio Armando Picchi di Jesolo.

Foto CIP

Medagliere EPYG 2019

Oro (4)
Mattia Cardia nei 100 T12 U20
Marianna Agostini nei 100 T12 U20
Niccolò Pirosu nel lungo T12 U20
Mario Bertolaso nei 400 T20 U20

Argento (3)
Margherita Paciolla nei 100 e lungo T13 U17
Niccolò Pirosu nei 100 T12 U20

Bronzo (1)
Alice Maule nel lungo T13 U17

Sito Comitato Italiano Paralimpico
www.comitatoparalimpico.it

Sintesi Categorie Funzionali
http://www.fispes.it/atletica/classificazioni-funzionali/