Logo Fispes

Ufficializzata la squadra nazionale per gli Europei B in Finlandia

Versione stampabile
immagine sinistra

Nel corso della finale di Campionato a Roma, è stata presentata ufficialmente la lista dei giocatori che rappresenteranno l’Italia agli Europei di Rugby in carrozzina Divisione B.

La rassegna continentale, in programma dal 7 al 15 ottobre a Pajulahti in Finlandia, vedrà protagonisti 11 Azzurri, sei dei quali provenienti dalla società campione d’Italia del Padova Rugby (Davide Giozet, Nicolas Battistella, Mattia Faccioli, Massimo Girardello, Paolo Sacerdoti, Nicolò Toscano). Ci saranno poi Paolo Macaccaro e Giuseppe Testa dei Mastini Cangrandi Verona, Angelo Fontana e Nicola Giuriolo dell’H81 Vicenza, e Andrea Colombo della Polisportiva Milanese.

L’Italia, inserita nel gruppo A assieme a Irlanda, Svizzera e Russia, debutterà il 10 ottobre contro il team svizzero. Gli altri incontri del girone sono previsti l’11 ottobre contro gli irlandesi ed il 12 contro la formazione russa.

Il Direttore tecnico nazionale Franco Tessari presenta così la squadra azzurra:  “Partiamo con un team abbastanza esperto, nel quale il solo Andrea Colombo è all'esordio. Siamo in un girone che ritengo equilibrato, dove affronteremo tre squadre che conosciamo bene e con cui ce la possiamo giocare alla pari. Abbiamo iniziato la preparazione il 10 agosto e penso che fisicamente i ragazzi siano pronti. Conterà la testa per essere pronti a gestire quei momenti che possono cambiare la partita e dare una svolta alla classifica del gruppo”.

Il Presidente FISPES Sandrino Porru dichiara: “Una nuova avventura ci attende e sono sicuro che faremo bene. Durante la finale del Campionato italiano ho visto un livello tecnico decisamente più alto, con belle sorprese da parte di club che si stanno avvicinando al Padova Rugby, squadra che in questi anni ha costituito pressoché interamente la rappresentativa nazionale. Vedo con piacere atleti di altre società chiamati a vestire la maglia azzurra, segnale di un Wheelchair rugby italiano in fase di crescita. Senza fare pronostici, il primo obiettivo è quello di mantenere il livello B europeo, che penso sia la nostra base per poter sperare in qualcosa di più importante in futuro. Sono sicuro che i ragazzi,  supportati da staff tecnico e sanitario, sapranno mettere in campo tutto l'impegno e l'agonismo di cui sono capaci, continuando ad essere riferimento in campo e fuori per tanti giovani che ammireranno le loro gesta e che potranno ispirarsi a loro per vivere esperienze simili”.


2018-10-09
immagine centrale


Ultime notizie in Rugby in Carrozzina